Figlia d'arte del padre Carlo Simoneschi, attore e regista del cinema muto italiano, Lydia nasce il 4 aprile del 1908 a Roma e si dedica sin da giovane alla carriera di attrice, recitando in vari spettacoli teatrali in giro per l'Italia e l'Europa. Nei primi anni Trenta approda al cinema, dove ha però una carriera piuttosto modesta, confinata a piccoli ruoli di contorno.
In compenso la sua splendida voce, sofisticata e suadente, le spalanca le porte del mondo del doppiaggio. A questo lavoro, iniziato a metà degli anni Trenta, si dedica soprattutto dopo la perdita del marito, avvenuta nel 1942. Da qui, per una ventina d'anni, Lydia diviene la regina del doppiaggio italiano, prestando la sua voce a quasi tutte le più grandi dive hollywoodiane ed europee, grazie anche ad una straordinaria capacità di adattarsi ai diversi stili recitativi.
A partire dal 1964 inizia a lavorare anche come direttrice di doppiaggio diradando la sua principale attività fino al 1976, anno in cui va in pensione. Alla sua morte, avvenuta nel 1981, si calcola che Lydia Simoneschi abbia dato la propria voce a più di cinquemila film.
Di seguito tre link, dove si può ascoltare la sua voce in alcuni doppiaggi presenti nelle opere della Cineteca audio.

Audio - Jennifer Jones nel ruolo di Santa Bernadette Soubirous nel film Bernadette.
Audio - Lydia Simoneschi è la voce italiana d Maga Magò nel film d’animazione La spada nella roccia.
Audio - Deborah Kerr nel ruolo di Terry McKay nel film Un amore splendido.